mercoledì 4 novembre 2009

Uno stregone a UmbriaLibri


Avviso tutti gli apprendisti stregoni della zona, e non solo, che da mercoledì 11 fino a domenica 15 novembre sarò presente nella kermesse editoriale di UmbriaLibri 09 come Eleusi Edizioni con uno stand nello spazio espositivo del Centro Servizi Camerali di Perugia [via Mazzini, davanti al Caffé di Perugia].

La settimana culminerà domenica 15 presso la Sala Cannoniera della Rocca Paolina alle ore 16:00 con la presentazione del libro inchiesta Lo stregone di Assisi in collaborazione con l'Associazione Culturale Civiltà Laica, rappresentata dal dottore e saggista Maurizio Magnani, ed il circolo Uaar di Perugia, con l'intervento del responsabile locale Giovanni Galieni.

L'obiettivo che mi prefiggo è quello di far emergere il vero cuore magico e pagano dell'Umbria, edulcorato per secoli con una nutritissima serie di falsi e omissis storici sotto il giogo del potere ecclesiastico.

Sarà un miracolo riuscire a interessare il pubblico senza scandalizzarlo. Rimango convinto che con la tua presenza questo miracolo sia infinitamente possibile ;)

2 commenti:

tenutafiore ha detto...

Bello, interessante, intricante e documentato questo blog su Giovanni di Bernardone. Non concordo sul fatto che fosse uno "stregone " in cerca di fama...La sua figura è paragonabile all'agente dei servizi segreti britannici tenente colonello Thomas Edward Lawrence ( più noto come Lawrence d'Arabia), che oggi si definirebbe un infiltrato. Giovanni di Bernardone agì per conto ed in accordo con i poteri cleriali, in quella politica che oggi si conosce come "doppio binario", ed ideata da Gioacchino da Fiore. Persecutori di questa strategia furono fra gli altri anche Pietro da Morrone, diventato poi Celestino V. Messori, riconoscendolo come crociata della Chiesa, dice la semplice verità. Il dramma della Chiesa, caso mai, è che la gente non lo sa, e continua ad avere come santo prediletto quel "Santo Pagano" che ama la natura, il fratello Sole, la Sorella Luna e gli uccellini...insomma una vera sconfitta a cui il pontefice Ratzinger ha provato a metter mano. La cosa buffa, è che il miglior modo per rendere onore ai pagani celti, è di visistare i luoghi a loro sacri, è di seguire la via francescana, fra natura e montagna, e luoghi energetici...

Nome: Francesco di Bernardone. ha detto...

Piacere,
è profondamente vero quello che hai scritto, ma attenzione a non equivocarmi. Le innumerevoli stregonerie attribuite nelle fonti a Francesco (dal parlare agli uccelli al compiere divinazioni sulla Bibbia) erano funzionali proprio a questa logica del "doppio binario", dal momento che consentirono al poverello di Assisi di evangelizzare i pagani mantenendo intatte determinate credenze di carattere magico-superstizioso.

FrancescodiBernardone alias Andrea